SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

La salute e la sicurezza sul luogo di lavoro rappresentano oggi uno degli aspetti più importanti e più avanzati della politica sociale dell’Unione Europea.

In ambito nazionale la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori è garantita dalla Costituzione e dalle norme legislative. Nel corso degli anni a partire dal ’55 si sono susseguite numerose normative sulla sicurezza in ambito lavorativo. Un’evoluzione importante si è avuta a partire dall’entrata in vigore del D.lgs 626/94 con il quale anche l’Italia ha recepito ed attuato diverse Direttive Comunitarie inerenti il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori sui luoghi di lavoro.
L’ultima e più recente normativa in vigore, che ha abrogato la maggior parte delle diverse norme in materia di sicurezza susseguitisi negli anni, è il Testo Unico sulla Salute e Sicurezza sul Lavoro introdotto col D.lgs 9 aprile 2008 n. 81 aggiornato il D.lgs 3 agosto 2009 n. 106. Questo testo viene revisionato costantemente dato l’enorme interesse che negli ultimi anni si sta dando alla tematica in questione. Secondo il Testo Unico la salute è definita come “lo stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, non consistente solo in un’assenza di malattia o d’infermità”.

La tutela della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro si concretizza attraverso un insieme di processi finalizzati a controllare i rischi presenti adottando misure di prevenzione e protezione. E’ obbligo quindi di ciascun datore di lavoro predisporre e mettere in atto tali misure adempiendo ai diversi obblighi previsti dall’art. 17 e art. 18 del D.lgs81/08. Nell’ambito di questi obblighi c’è quello indelegabile di redigere di DVR (Documento di Valutazione Rischi). Il DVR è un documento redatto in conformità all’art. 28 del D.lgs 81/08, con il quale viene analizzata dettagliatamente l’attività lavorativa svolta all’interno dell’azienda e, una volta valutati i rischi ai quali i singoli lavoratori possono essere esposti, vengono indicate le misure di prevenzione e protezione da attuare ed i dispositivi di protezione individuali e e collettivi da utilizzare.
Tale documento deve essere aggiornato in occasione di modifiche del processo produttivo o dell’organizzazione del lavoro significative ai fini della salute e sicurezza dei lavoratori, o in relazione al grado di evoluzione della tecnica, della prevenzione o della protezione o a seguito di infortuni significativi o quando i risultati della sorveglianza sanitaria ne evidenzino la necessità. In definitiva il Testo Unico mette a disposizione del datore di lavoro i mezzi necessari per garantire e tutelare la sicurezza e la salute dei lavoratori.

ATTIVITA’ SVOLTA NELL’AMBITO DELLA SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO:

  • Redazione di DVR CON PROCEDURE STANDARDIZZATE
    obbligatorio per imprese fino a 50 dipendenti e per le imprese con più di 10 dipendenti dal 30/06/2013;
  • Redazione di DVR CLASSICO obbligatorio per imprese oltre 50 dipendenti;
  • Redazione di DUVRI obbligatorio nel caso di rischi interferenziali;
  • Redazione di PSC obbligatorio nel caso di cantieri temporanei o mobili in cui operano più di un impresa anche non contemporanea;
  • Redazione di POS obbligatorio per le imprese operanti nei cantieri temporanei o mobili;
  • Redazione di PSS obbligatorio nel caso di cantieri temporanei o mobili ed in applicazione del D.lgs 163/2006, in assenza del PSC;
  • Redazione del PIMUS obbligatorio per ponteggi;
  • Redazione del PIANO DI EMERGENZA ED EVACUAZIONE;